Sono attivi due nuovi bandi dedicati all’aiuto e sostegno dei lavoratori dello spettacolo: uno pubblico della Regione Liguria e uno privato, Scena Unita. 

Il bando indetto dalla Regione Liguria consiste nella riprogrammazione di 2,2 milioni di Fondo Sociale Europeo per i settori del turismo e dello spettacolo. Nello specifico 1,5 milioni di euro saranno destinati al settore Turismo, per rifinanziare le misure del Patto del Lavoro nel settore Turismo e 700mila euro ai lavoratori del comparto dello Spettacolo.

La somma complessivamente disponibile – pari a 700 mila euro – consentirà una integrazione al reddito con l’emissione di un contributo (voucher) fino a 1.000,00 euro. Ne potranno beneficiare gli iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo che rispondono ai requisiti previsti dal comma 6 dell’articolo 15 del D.L. 137/2020 cd. “Decreto Ristori”, ovvero quei lavoratori con almeno 30 contributi giornalieri versati dal 1° gennaio 2019 al 29 ottobre 2020, cui deriva un reddito non superiore a 50mila euro e non titolari di pensione, e quelli con almeno sette contributi giornalieri versati nel medesimo periodo cui deriva un reddito non superiore ai 35mila euro.
L’impostazione del bando, che aprirà entro la fine dell’anno, prevede che vengano raccolte tutte le domande degli aventi diritto. La cifra di 700mila euro verrà ripartita tra i beneficiari fino a un massimo di 1000 euro.

L’obiettivo di “Scena Unita – per i lavoratori della musica e dello spettacolo” è di realizzare un’iniziativa di prossimità per costruire un’opera di aiuto e supporto, in cui gli artisti mettono a disposizione la propria visibilità, influenza e notorietà per restituire supporto in maniera diretta e concreta a quei lavoratori senza i quali la loro arte non avrebbe potuto prendere forma.

SCENA UNITA:

Dopo solo un mese dalla sua presentazione e grazie al contributo di oltre 120 artisti e più di 50 realtà aziendaliSCENA UNITA – per i lavoratori della musica e dello spettacolo, apre il bando con i criteri di assegnazione di contributi a fondo perduto per supportare il mondo dello spettacolo, della musica, dell’audiovisivo e degli eventi, all’interno dei quali sono state individuate le tipologie di lavoratori che si sono rivelate più fragili sotto il punto di vista delle tutele.

Il bando emergenza avrà a disposizione € 1.200.000. La restante parte del Fondo già raccolta, sarà dedicata all’erogazione di futuri contributi a fondo perduto per la formazione e il supporto a progetti speciali e verrà estesa anche a quelle categorie non previste in questo bando.

I criteri di assegnazione dei finanziamenti di questo primo bando sono stati elaborati dai comitati tecnici e scientifici di SCENA UNITA e le domande potranno essere trasmesse dalle ore 12,00 del giorno 14 dicembre 2020 fino alle ore 12,00 del 14 gennaio 2021. Le erogazioni inizieranno prendendo in considerazione le domande dei soggetti ammissibili e valutati più vulnerabili sulla base di una valutazione della loro condizione sociale ed economica, tenendo anche in considerazione del calo di fatturato subito tra il 2019 e il 2020. Ogni lavoratore che rientrerà nei criteri di assegnazione avrà diritto a un importo a fondo perduto di 1.000 euro.

PER ACCEDERE AL BANDO CLICCA QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *