Uno spiraglio di luce all’orizzonte? Dopo mesi dalla chiusura di teatri e cinema, il ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini ha indicato il 27 marzo come possibile data per la ripartenza del mondo dello spettacolo. La proposta è stata inoltrata al Comitato tecnico Scientifico e ha trovato l’appoggio della titolare degli affari regionali Mariastella Gelmini.

La riunione del Cts è prevista per oggi per esprimere un parare sul protocollo che prevede regole molto rigide rispetto a quelle in vigore prima della chiusura: sarà obbligatorio indossare la mascherina FFp2 per tutta la durata dello spettacolo, i biglietti dovranno essere nominativi e prenotati online per facilitare il tracciamento in caso di contagio, la sala dovrà essere giornalmente sanificata, l’ultima visione dovrà essere obbligatoriamente fatta entro le ore 22.00.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *